Comune di Bodio Lomnago

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Sei qui: Guida ai Servizi Sportello Unico Attività Produttive (SUAP)

S.U.A.P.

Lo Sportello Unico Attività Produttive (S.U.A.P.) svolge le seguenti funzioni:

- dare informazioni sulle attività economiche che si possono svolgere sul territorio comunale
- predisposizione di moduli per l’avvio delle attività economiche di competenza comunale
- dare assistenza sulle modalità di compilazione e presentazione delle istanze per l’avvio, la modifica e la cessazione delle attività economiche di competenza comunale quali:

- commercio
- somministrazione alimenti e bevande
- attività di servizio alle persone

- attività produttive
- attività ricettive
- attività di spettacolo ed intrattenimento
- manifestazioni aperte al pubblico.

L’avvio della maggior parte delle attività economiche attualmente è soggetta a Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) che permette l’avvio immediato dell’attività stessa.
  

  • ELENCO ATTIVITA’ SOTTOPOSTE A SCIA  (allegato A)

    L’attività può essere immediatamente iniziata dopo l’invio della SCIA.

    Il SUAP ha la possibilità di effettuare istruttoria e controlli entro il termine di giorni sessanta dal ricevimento della SCIA.

    Copia della SCIA potrà essere inviata per competenza all’ASL – Provincia di Varese ed per competenza all’ARPA – Lombardia.

    Non sono dovuti diritti a favore del Comune.  

    1.     Tutte le forme di commercio su area privata  (decreto legislativo n. 114/98 e L.R. 6/2010) (modulistica regionale SCIA)

    2.     tutte le attività di tipo manifatturiero e prestazione di servizi (legge di settore) (modulistica regionale SCIA)

     3.   Attività di servizio alla persona (acconciatori, estetisti e tatuaggio e piercing, onicotecnica)  )legge 175/05, legge 1/90) (modulistica regionale SCIA) 

  • 4.  Vendita da parte di imprenditore agricolo:  

    1. In forma itinerante (decreto legislativo 228/01) (modulistica regionale SCIA) per sicurezza alimentare e modulistica comunale);
    2. Se prodotti venduti direttamente in azienda,  solo modulistica regionale SCIA  per sicurezza alimentare.

    5.  Attività di somministrazione - avvio o modifiche (l. r.  6/10) (modulistica regionale SCIA)

  • bar/ristorante
  • bar/ristorante all’interno di una sala giochi, di una discoteca, di un impianto sportivo, di una sala cinematografica, di uno stabilimento balneare etc….
  • attività di catering
  • somministrazione nell’ambito del commercio su aree pubbliche
  • mense scolastiche ed aziendali
  • sui mezzi pubblici di trasporto
  • bar all’interno di ospedali, scuole e caserme
  • in strutture ricettive
  • in occasione di manifestazioni temporanee
  • 6. Attività di somministrazione - ampliamento (legge regionale nr. 6/2010) (modulistica comunale, modulistica regionale SCIA)
  • 7. Attività turistico alberghiere (l.r. 15/07) (modulistica regionale SCIA) 

    8. subingresso in medie e grandi strutture di vendita (d. Lvo. nr. 114/1998)

    9.     Attività agrituristiche ( l.r. 31/08 e reg. r. 4/08) (modulistica regionale SCIA)  

    10.     Attività di noleggio autobus con conducente (l. 218/03) (modulistica comunale)

    11.     Vendita di quotidiani e periodici  (l. 170/01 e Piano Comunale) (modulistica comunale)

    12.   Esercizio attività di rimessa veicoli  (D.P.R. 480/01) (modulistica comunale)

    13.   Esercizio di attività di noleggio veicoli senza conducente  (D.P.R. 481/01) (modulistica comunale)

    14.   Vendita cose usate (art. 126 TULPS) (modulistica comunale)

    15.   Agenzia d’affari di competenza comunale  (decreto legislativo 112/98 e art. 115 TULPS) (modulistica comunale)

    16.   attivita’ del T.U.L.P.S. demandate al comune (decreto legislativo 112/98) (modulistica comunale)

    17.   Somministrazione alimenti e bevande da parte di circolo privato affiliato e non affiliato (D.P.R. 235/01) (modulistica comunale)

    18.   Apertura sala giochi (art. 86 TULPS e regolamento comunale) (modulistica comunale)

    19.    Installazione giochi leciti in esercizi commerciali  od altre aree  (non pubblici esercizi ) (art. 86 TULPS e regolamento comunale) (modulistica comunale)

    20. Installazione attrazione dello spettacolo viaggiante (ar.t 69 TULPS, regolamento comunale OSAP) (modulistica comunale)

    21. Attività di servizi funebri (l.r. 33/09) (modulistica comunale)

    22. Spettacoli ed trattenimenti temporanei in aree all'aperto ed al chiuso  - (art. 68 e 69 TULPS modulistica comunale per eventi organizzati su più giorni e con la presenza di più di 200 persone e con apposite strutture ed impianti dedicati;

    22bis Trattenimenti temporanei  di cui alla legge 112/2013 (modulistica comunale)

    - Spettacoli lungo le vie in movimento;

    - Spettacoli con solo palco e pubblico in piedi all'aperto;

    - Spettacoli di strada;

    - Piccoli trattenimenti all'interno di pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande con modifica di locali od utilizzo di particolari attrezzature;

    - Piccoli trattenimenti allinterno di locali di circoli privati con modifica di locali od utilizzo di particolari attrezzature  sia con ingresso riservato esclusivamente ai soci che nel caso di ingresso estemporaneo di non soci;

    - teatri viaggianti;

    Esibizioni varie in locali (scuole, oratori, strutture pubbliche e simili) con accesso libero ed affluenza stimabile in numero minore alla 200 persone.

    23. Autonoleggio con conducente mediante autovettura - MODIFICHE (legge 21/92 e l.r. 11/2009 e regolamento comunale) 

    24. Parafarmacia - comunicazione vendita farmaci da banco (D.G.R. 8/3271  del 04/10/2006) (modulistica comunale)

    25. Palestre - Scuole di ballo (modulistica comunale)

    26. Attività varie libere (modulistica comunale)

    27. Distributori di carburante - prelievo o trasporto carburanti in recipienti mobili di capacità complessiva superiore a 50 litri. (l.r. 6/2010) (modulistica libera)

    28. Distributori di carburante - modifica impianti non soggetta a preventiva autorizzazione e trasferimento di titolarità.  (l.r. 6/2010) (modulistica libera)

    29. Attività per esercitare il commercio su area pubblica in forma itinerante. (l.r. 6/2010) (modulistica comunale)


    Solamente poche attività sono rimaste assoggettate alla procedura domanda/autorizzazione: in questi casi l’attività può essere iniziata successivamente al conseguimento dell’atto autorizzativo, che viene rilasciato nel rispetto di termini molto brevi, prestabiliti dalle norme di settore vigenti.

     

    ELENCO ATTIVITA’ SOTTOPOSTE A DOMANDA (allegato B)

     

    Queste attività possono essere avviate successivamente al conseguimento dell’autorizzazione previa presentazione di apposita domanda (in bollo).

    L’autorizzazione deve essere rilasciata entro il termine stabilito dai regolamenti comunali applicando il  silenzio assenso (art. 20 Legge 241/90).

    Vi sono  autorizzazioni che possono essere rilasciate solamente a seguito di  bando pubblico.

    Non sono dovuti diritti a favore del Comune.

     

    1.     Apertura medie strutture di vendita (art. 8 d. l.vo 114/98 e disciplina regionale) (modulistica COM 2 ed autorizzazione comunale)

    2.     Apertura grandi strutture di vendita (art. 9 d.l.vo 114/98 e disciplina regionale) (modulistica COM 2 ed autorizzazione comunale)

    3.     Attività di spettacolo ed intrattenimento in locali (art. 68 TULPS) (modulistica comunale)

    4.     Agibilità locali ed aree per spettacoli ed intrattenimenti temporanei (art. 80 TULPS)

    5.      Commercio su aree pubbliche su posteggio (l.r. 6/10) (modulistica comunale):

    a.     Mercato previo bando pubblico

    b.     Fiera senza rilascio di autorizazzione

    c.      Posteggio extramercatale previo bando pubblico

    6.      Autorizzazione noleggio con conducente mediante autovettura previo bando pubblico (l. 21/92) (modulistica comunale)

    7.      Attività di allevamento - detenzione - commercio animali d'affezione (l.r. 33/2009) (modulistica comunale)

    8.      Accensione pubbliche illuminazioni straordinarie e falò (art. 57 TULPS – Autorità Locale di P.S.) (modulistica comunale)

    9.      Distributori di carburante - installazione impianto ed esercizio attività ad uso pubblico (l.r. 6/2010) (modulistica libera)

    10.    Distributori di carburante - installazione impianto ed esercizio attività ad uso privato (l.r. 6/2010) (modulistica libera)

    11.    Installazione impianti pubblicitari permanenti (art. 23 c.d.s., D. Lgs. 507/1993, Regolamenti comunali)


    Le SCIA/Comunicazioni nonchè le domande per ottenere le autorizzazioni dovranno pervenire tramite posta elettronica certificata (PEC)

     

    N.B. Le pratiche relative ad avvio attività edilizia per le attività economiche, sono di competenza dell'Area Servizio Territorio.

     


    CARTA DEI SERVIZI

    ASPETTI AMBIENTALI PER ATTIVITA' ECONOMICHE

    (Modelli di autocertificazione per le attività economiche in materia di inquinamento acustico)


    Le attività produttive e commerciali hanno sempre un impatto ambientale a seguito di emissioni in atmosfera (fumi, vapori, polveri), emissioni acustiche (impianti, macchinari, attività musicali, attività umane), scarichi idrici (reflui di lavorazione e/o raffreddamento, acque di prima pioggia, servizi igienici), rifiuti solidi legati alla produzione, al trattamento, allo stoccaggio, al trasporto ed allo smaltimento definitivo (scarti di lavorazione, stoccaggio temporaneo nei siti di lavorazione od in appositi luoghi, trattamento e/o bonifica rifiuti, trasporto conto proprio e conto terzi, smaltimento finale).

    La disciplina di settore è stata stabilita dal D. Lgs. nr. 152/2006 per i rifiuti, le emissioni in atmosfera e gli scarichi idrici.

    Dalla Legge nr.  447/1995 per l'inquinamento acustico.

    Conseguentemente risulta obbligatorio in molti casi conseguire delle autorizzazioni ambientali preventive.

    Una notevole semplificazione è stata introdotta dal D.P.R. nr. 59/2013 che ha introdotto l'Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.).

    Queste autorizzazioni sono soggette a procedura ordinaria (domanda/autorizzazione) senza applicazione del silenzio assenso (art. 20 c. 4 della Legge nr. 241/90.

    La richiesta deve essere presentata al S.U.A.P. (che è e rimane l'unico interlocutore) il quale provvederà ad inoltrarla alla Provincia di Varese (rifiuti, emissioni in atmosfera), all'A.R.P.A. di Varese (emissioni sonore), all'A.T.O. (scarichi idrici) o agli uffici comunali competenti.

    Per informazioni e modulistica relativi agli aspetti ambientali di competenza della Provincia di Varese al seguenteindirizzo: www.provincia.varese.it/it/49382/Modulistica-e-Istanze .

    Per informazioni e modulistica relativi agli aspetti ambientali di competenza dell'A.T.O. cliccare al seguente indirizzo: www.provincia.varese.it/code/23169/Ufficio-d-Ambito .

    Per informazioni relative agli aspetti sulle emissioni sonore rivolgersi al S.U.A.P; per la modulistica vedere a fondo pagina (presto online)

     

    Sede Comunale - Piazza Don Cesare Ossola 2

     Orari di apertura

    martedì e giovedì dalle ore 18:00 alle ore 19:00

     dal 3 novembre 2014 l'orario di apertura al pubblico sarà il seguente:

    martedì e sabato dalle ore 11:00 alle ore 12:00

     Contatti

    telefono 0332/947136 int. 4  

    e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

                 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   

    Responsabile

    Comm.rio Marc Franzetti


     

    POTERI SOSTITUTIVI - SEGNALA UN RITARDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

    Con la Legge 35/2012 è stato introdotto il comma 9.bis all'art. 2 della Legge 241/1990 (Nuove norme sul procedimento amministrativo) che prevede  il diritto di segnalare il silenzio o l'inerzia della Pubblica Amministrazione sui procedimenti amministrativi.

    Decorso inutilmente il termine per la conclusione del procedimento, il privato può rivolgersi al Segretario Comunale perché, entro un termine pari alla metà di quello originariamente previsto, concluda il procedimento attraverso le strutture competenti o con la nomina di un commissario.
    In caso di inadempienza da parte del Responsabile del Procedimento, il cittadino può rivolgersi al  Segretario Comunale, soggetto al quale è stato attribuito il potere sostitutivo,   inviando una segnalazione ai seguenti  recapiti:

    Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
    oppure:
    Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  (solo se avete la posta certificata)

    a mano oppure via  Fax 0332/949520 indirizzata al Segretario Comunale del Comune di Bodio Lomnago (Va).

    Normativa di riferimento:
    L.241/90 modificata da:
    Legge 11 febbraio 2005, n.15;
    Legge 14 maggio 2005, n.80,
    art.7 Legge 18 giugno 2009, n. 69;
    Legge n.122/2010; D.Lgs.104/2010; 
    D.L. 24 gennaio 2012 n.1 conv. in Legge n. 35/2012
    Art.1 Decreto-Legge n.5/2012
    conv.dalla Legge 35/2012

    Decreto Legislativo 33/2013


  • Mostra #